Teads - Top dei blog - Fumetti e illustrazioni

Etichette

23 dicembre 2010

TATPD 3


Finita la scorsa settimana l'avventura cinematografica vissuta come assistente e storyboard artist di Marco Ponti, mi ritrovo a riorganizzare tutto il materiale prodotto durante le settimane di riprese.
In Particolare mi balzano agli occhi questi frame a colori, disegnati velocemente la sera dopo una giornata sul set, molto faticosa; ci mostrano un esempio di "dialogo acceso" tra i due protagonisti: Pietro e Francesca, interpretati sul set da super FRANCESCO SCIANNA e lady JASMINE TRINCA.

7 dicembre 2010

TATPD 2

Per rispondere meglio alle domande di paT nel post precedente, allego questo bozzetto scenografico che ho disegnato su precise indicazioni di FRANCESCO FRIGERI, lo scenografo del nuovo film di Marco Ponti. La nostra idea era quella di realizzare in studio un grande cimitero dall'aria gotico-dark: una parte in tre dimensioni con sculture e lapidi reali e una parte, da me precedentemente disegnata, e sovraimpressa al fondale verde con un mixer video e il sistema del chroma key. Dunque il disegno del post TATPD, quello a colori, è stato utilizzato come sfondo per la scenografia reale che Francesco ha preparato con il suo reparto servendosi di parecchi sacchi pieni di foglie secche, statue fatte arrivare appositamente da Cinecittà e pure due corvi impagliati. Naturalmente per valutare il risultato finale aspettiamo l'uscita del film...
Questa è la parte del bozzetto realizzata in scenografia.

8 novembre 2010

TATPD



Bozzetto scenografico realizzato per Taodue, per il nuovo film scritto e diretto da Marco Ponti. Il titolo provvisorio: "Ti Amo Troppo Per Dirtelo" fa capire abbastanza bene che si tratta di una commedia romantica; ma nel film c'è stato spazio anche per questa incursione in un ambiente più misteroso con forti tinte gotiche e dark, nelle quali da disegnatore di Brendon e in passato di Magicovento e Dylan Dog, mi sono sentito decisamente a casa.

Lo scenografo Francesco Frigeri ha deciso insieme a Marco di calare i protagonisti in questa ambientazione e mi hanno chiesto di visualizzare in chiave un po' fumettistica la scena, che poi è stata realizzata in un teatro di posa al Lumiq Studio, in parte in scenografia e in parte con il sistema del croma key, su green screen. Ovviamente aspetto con ansia di vedere il risultato del girato su grande schermo.

16 ottobre 2010

18 OTTOBRE 2010


Una corsa contro il tempo per salvare un innocente, o forse no? Buona lettura da lunedì in edicola l'albo "L'Ultimo Volo per Londra".
CS

15 settembre 2010

LA SOLITUDINE DEI NUMERI PRIMI di SAVERIO COSTANZO


Ieri sera, ho finalemente trovato il tempo di andare a vedere il film che hanno tratto dal libro di PAOLO GIORDANO...
Sono contento solo di aver già postato, ormai da qualche settimana, uno dei disegni dello storyboard che mi hanno chiesto di fare per le "scene della neve".
Diversamente credo che non avrei trovato il coraggio di farlo DOPO aver visto il risultato.

Tanto più che con mio grande dispiacere ho dovuto constatare che alla fine, nei titoli di coda, manco mi hanno citato!

Peccato "..."

3 luglio 2010

Incipit



Ho iniziato da qualche settimana a disegnare le pagine di una nuova sceneggiatura, scritta da Claudio Chiaverotti. Per il momento la sceneggiatura non è ancora completa quindi anche per me molte cose si scoprono man mano che disegno.
C'è mistero su quello che attende Brendon nelle prossime pagine. Per cui non potrò, anche volendo, svelare alcunchè dal momento che nulla so.

14 maggio 2010

Live Perfomance





Ieri sera al salone del libro di Torino, nella zona gialla del padiglione 2, chiamato "invasioni mediatiche", mi sono piacevolmente prestato ad una performance di disegno dal vivo. Chi era presente ha potuto veder nascere dal vivo, su maxischermo le due vignette che pubblico in questo post.
Si è trattato di una variazione sul tema; le vignette sono state prese da Brendon 69, pagina 84 e le ho ridisegnate dal vivo, su un formato più grande (cm 34x24) e su un cartoncino più spesso a grana grande che mi ha permesso a un certo punto del ripasso di modificare le soluzioni di ripasso usate nella tavola pubblicata con l'aggiunta di qualche "effetto speciale".
Nel frattempo Fulvio Gatti che moderava e il pubblico erano liberi di farmi domande sul mestiere del tratto.
Sicuramente una bella situazione, se non contiamo la difficoltà fisica di riuscire a disegnare e parlare al tempo stesso che è cosa da acrobata equilibrista.
Peccato fosse giovedì e che il salone fosse abbastanza vuoto alle 19, ma ringrazio tutti i partecipanti e soprattutto Vittorio Pavesio che ha organnizzato l'incontro e che da anni cerca di dare visibilità agli autori di fumetti i quali per qualche oscura ragione e a parte casi isolati, non vengono ancora considerati, in Italia, autori allo stesso livello degli scrittori di libri.


18 febbraio 2010

La Dolce Vita







Ebbene si, parte il concorso più semplice della storia, "indovina il film". Queste due vignette richiamano una scena ultracitata della storia del cinema. In palio una bambolina...ovviamente non quella che i nostri due personaggi sfoggiano nella puntata 0003 (per chi l'ha letta!).
CS

15 febbraio 2010

So long Gareth



Un ultimo saluto a Gareth Wigan, produttore cinematografico, nato a Londra, che ci ha lasciati l'altro ieri a Los Angeles.
Nel 2005 Gareth fu spesso sul set di "Melissa P", tra Roma e Lecce, per conto della Columbia Pictures. Ricordo che quando ci comunicarono che un produttore con la sua esperienza nel campo cinematografico, sarebbe stato a capo del progetto, aumentò sia la tensione che l'entusiasmo di partecipare alle riprese del film di Luca Guadagnino.
Durante quei giorni, quando non ero impegnato con gli storyboard, spesso mi prendeva un raptus del pennarello e disegnavo tutto quello e quelli che vedevo sul set. Mi resta così questo veloce bozzetto, che sono andato a ripescare nel baule dei ricordi e che mi rimanda all'immagine di un signore simpatico e distinto, che non faceva mai pesare la sua enorme esperienza su di noi, "giovani sbarbatelli".

31 gennaio 2010

Flying to London








Due vignette decisamente atipiche rispetto agli scenari della Nuova Inghilterra, che i lettori brendoniani sono abituati a vedere. Sono tratte dalla sceneggiatura scritta da Claudio, alla quale sto lavorando da alcuni mesi. Per alcune tavole abbiamo deciso di sfruttare nuovamente il ripasso con le mezze tinte che molti lettori hanno già apprezzato su altri albi, compreso lo speciale "Giochi di Morte".

Le mezze tinte richiedono un procedimento leggermente più lungo rispetto al bianco e nero tradizionale, ma sono molto più efficaci. Dal punto di vista tecnico trovo più facilità a immaginare la scena con i mezzi toni intermedi rispetto a un bianco e nero pienamente contrastato. Dunque è lecito pensare che preferirei disegnare sempre con questa tecnica di ripasso; ma devo ammettere che l'espressività del bianco e nero senza mezzi toni è di gran lunga il mio preferito per scene di accentuata drammaticità dove la contrapposizione tra le forze in campo e quindi la tensione devono essere ben evidenti.
Al contrario il ripasso "acquarellato" si adatta per tutte le scene oniriche, i ricordi o i flashback distanti nel tempo, come in questo caso. Ma è meglio che mi fermi qui, prima di svelare altro sulla storia in questione...